Le mamme si divertono

Non è mica vero che quelle creature che portano al collo o per mano bambini di piccole dimensioni abbiano accettato supinamente la loro vocazione al martirio. Non è affatto vero che hanno appeso lo svago al chiodo.

Le mamme sono vive e combattono per il loro centimetro di divertimento.

Lo sanno fiutare in luoghi dove prima non avevano idea esistesse, sono chirurgiche nel ritagliarselo, sanno farne tesoro anche in dosi omeopatiche.

Le mamme si divertono a fare la spesa. Si abbandonano allo sciabordio del carrello come solitarie conquistatrici di imperdibili 3×2. Novelle amazzoni del discount si aggirano tra gli scaffali assaporando ogni sillaba del volantino delle offerte, osano impavide cambiare marca di tonno in scatola, amano stupirsi con un nuovo deodorante.

Le mamme si divertono a far giocare i propri figli insieme a quelli delle loro amiche. Chissenefrega se i rampolli vorrebbero tanto ficcarsi le dita negli occhi o strapparsi i ciucci di bocca. Una merenda tra bambini è una diabolica scusa per mascherare una birretta con le amiche.

Le mamme si divertono a leggere, come non hanno mai fatto prima. Sulla tazza del cesso, a porta miracolosamente chiusa senza testimoni oculari, possono vivere le vite di sanguinari assassini, gloriose pittrici, inenarrabili amatrici.

Le mamme si divertono a cazzeggiare con lo smartphone, mentre girano il sugo per la pasta. Praticamente la versione prosaica dei più alti momenti di ispirazione di Natalia Ginzburg.

Le mamme si divertono a guardare i cartoni animati. Se riescono a superare indenni la fase di Peppa Pig e Masha e Orso, non appena si imbattono in qualcosa di leggermente più articolato, tipo Curioso come George, gridano al capolavoro, lacrime agli occhi, standing ovation.

Le mamme si divertono a riprodurre acconciature improbabili sulle teste dei propri figli e a ricoprirli di outfit che, da grandi, considereranno umilianti.  D’altra parte i completi a righe arcobaleno sono così irresistibili che a qualcuno dobbiamo riuscire a metterli, no?

Le mamme si divertono a sbaciucchiare i tessuti molli dei corpicini dei loro bimbi. Parafrasando un jingle degli anni 80 per delle gommose alla frutta: Alle morbide guanciott tu resistere non puoooooi: devi devi devi devi devi…sbaciucchiaaaaaaaar!

Le mamme si divertono a sbeffeggiare bonariamente gli strafalcioni linguistici dei loro rampolli. Quello che non sanno a pieno è che tempo dieci anni, le parti, tragicamente, si invertiranno.

Le mamme si divertono a raccontare faccende inverosimili, dando credito a personaggi immaginari a cui finiscono per credere sotterraneamente anche loro. Il potere di autosuggestione materno è tale da portarle a descrivere le gesta di Babbo Natale, Befana, Fatina dei Denti, Unicorni, Leocorni, Streghe CornaBicorna come se fossero vicini di casa.

Le mamme sono astemie di diversivi da così tanto tempo che sono in grado di ubriacarsi anche solo con un bicchierino di sollazzo.

 

 

16 pensieri su “Le mamme si divertono

  1. Cerchiamo in tutte le maniere di ritagliarci qualche minuto di divertimento o da sole o in compagnia ,a fare una passeggiata a guardare anche qualche vetrina ogni tanto…è proprio la filosofia del nostro blog TWO CRAZY MOMS…essere entusiaste di quel poco tempo che abbiamo per nutrire anche il nostro cervello con piccoli sprazzi di tempo libero 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...