La donnina con lo speciale permesso

Conosco una donnina che ha uno speciale permesso
– di questi tempi non capita mica spesso!-
può andare in giro, persino nelle case le è concesso entrare
alla ricerca delle parole da raddrizzare.

Non si tratta di veri e propri errori
piuttosto dà una bella sistemata agli impostori
a quei significati che prendono il sopravvento
e sono capaci di rovinarti l’umore, se non ci stai attento.

Se con ottimi intenti, si dice “andrà tutto bene
suona come se le emozioni tristi fossero delle aliene
e invece è normale sentire il dolore dei giorni
la stretta al cuore quando passa un’ambulanza nei dintorni.
La donnina speciale allora raccoglie la speranza in un cesto
e la ricompone in un “ce la possiamo fare” che suona un poco più onesto.

La donnina arriva quando ci sentiamo soffocare dentro le nostre mura
mette qualche chiodo qua e là per farci risentire la nostra casa come sicura
così, se nessuno ci fa del male, torniamo a sentire che è il luogo ideale per la nostra attesa
dove lavorare, cucinare, leggere e compilare lunghe liste della spesa.
Con qualche giro di cacciavite ci ricorda di chi invece vive da vagabondo
non per sminuire i nostri sentimenti, ma per metterli in fila con quelli del mondo.

È molto attenta alla nostra paura del domani
e con pinze e colla la trasforma in affidamento nelle altrui mani
Impasta la nostra ansia di non poter fare previsioni anticipatamente
la fa diventare gratitudine per chi si occupa del nostro presente

ma soprattutto, la donnina ci tiene alle parole dei giornali e della televisione
e lavora senza sosta per tornare ancora a parlare di “persone”
e col martello – pum, pum- ci detta un ritmo incessante
sulla cosa che la donnina sente come più importante:
i numeri dei contagi della sera sono persone
gli anziani sono persone
i portatori di malattie pregresse sono persone:
per lei è quasi un’ossessione.

Riposa poco, è sempre all’opera, la notte e il giorno
non ha nemmeno tempo di mettere pizze e torte in forno
lascia agli altri il lievito di birra e i saccaromiceti
lei corre come fanno i maratoneti
tramuta la limitazione
in precauzione
stana la disinformazione e le notizie farlocche:
piuttosto è meglio star zitti e gustare albicocche.

Con la sua cassettina degli attrezzi non ha mai resa
lavora per dirci che la vita non è mica sospesa
la vita va avanti, il tasto è ancora sul play
e, senza sorpresa, noi stiamo andando avanti con lei.

(eRODARIa)

[illustrazione di Burabacio]

Un pensiero su “La donnina con lo speciale permesso

Rispondi a Pensieri Rotondi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...